Migliorare le prestazioni del router wifi

Mancanza segnale wifi

Configurare correttamente il router

La massiccia diffusione dell’ADSL e fibra ottica nelle case può comportare che in una area ristretta ci siano più router WIFI o Access Point, tutto ciò crea interferenze e diminuire le performance.

Per evitare interferenze ed avere il massimo in termini di propagazione del segnale e velocità di download è necessario adottare aluni accorgimenti in termini d’installazione fisica del router e configurazione del canale.

Questo articolo ha lo scopo di fornire qualche suggerimento per migliorare le prestazioni del router evitando che le frequenze su cui trasmette il vostro router si sovrappongono a quelle del vicino.

Per comprendere meglio come affrontare la cosa è necessario fare una breve introduzione sul wifi.

La rete wifi lavora sulla banda a 2,4 GHz il router ha a disposizione 14 diversi canali wireless questi canali possono essere come dei flussi di dati che circolano e si mischiano all’interno di un tubo il primo canale può trasmettere interferenze.

La propagazione del segnale WIFI è limitata da interferenze radio di altri router impostati sullo stesso canale ostacoli quali muri con pilastri, frigoriferi, telefoni cordless, baby monitor e microonde.
Con la diffusione capillare dell’ADSL, si moltiplicano in modo esponenziale i router wifi e di conseguenza i canali disponibili in una determinata zona si saturano subito.

La tua rete wifi è bene configurata? Scopri come farlo... #madbox Condividi il Tweet

Ecco una lista dei canali (e frequenze assosiate) della banda ISM (2,4 GHz) autorizzati in WiFi:

Canal 1 : 2 412 Mhz
Canal 2 : 2 417 Mhz
Canal 3 : 2 422 Mhz
Canal 4 : 2 427 Mhz
Canal 5 : 2 432 Mhz
Canal 6 : 2 437 Mhz
Canal 7 : 2 442 Mhz
Canal 8 : 2 447 Mhz
Canal 9 : 2 452 Mhz
Canal 10 : 2 457 Mhz
Canal 11 : 2 462 Mhz
Canal 12 : 2 467 Mhz
Canal 13 : 2 472 Mhz
Canal 14 : 2 477 Mhzcanali

L’importante è sapere che, in teoria, il segnale di un canale sconfina nei 4 a destra e nei 4 a sinistra quindi, un ambiente ideale non dovrebbe avere più tre Access Point e questi tre devono funzionare su canali distanti tra loro (1, 6, 11 o 2, 7, 12 o 3, 8, 13).
In pratica, se si deve impostare il proprio router a casa e si abita in una zona affollata, quindi si dovrebbe prestare attenzione al canale usato.

Quindi le frequenze da usare in una casa (almeno le più usate) sono 1 – 6 – 11

Per migliorare le performance del router è preferibile settare un canale non utilizzato dai vicini in modo da evitare sovrapposizioni di banda, per sapere qual èil canale dei routers nelle vicinanze possiamo utilizzare una pratica e gratuita applicazione analizzatore di rete disponibile su smartphone android.

Le immagini che seguono sono tratte dall’applicazione analizzatore WIFI disponibile per Android, l’immagine n.1 mostra i canali di alcuni routers, per esempio i routers denominati “Vodafone-family” e “Vodafone-wifi” utilizzano lo stesso canale, per ovviare a questo inconveniente basterebbe impostare un router sul canale 3 attualmente non in uso.

Banda segnale wifi.png
N.1 – Banda segnale WIFI
Comparaziione temporale segnali WIFI
Comparaziione temporale segnali WIFI
L’immagine n.2 mostra un grafico temporale in cui è indicata la potenza del segnale in dBm come è semplice immaginare maggiore è il valore più alta è la propagazione del segnale. Questo grafico è molto utile perché permette di evidenziare l’andamento del segnale col passare del tempo, consiglio sempre di spostarsi all’interno del luogo dove è posizionato il wifi per individuare il segnale più forte e regolarci per cambiare canale.

Intensità segnale WIFI
Intensità segnale WIFI
Altra opzione di visualizzazione utile è il grafico analogico che mostra l’intensità del segnale, tale grafico può essere utilizzato per rilevare l’origine del segnale WIFI, quindi con lo smartphone in mano ci si può spostare nell’ambiente dove si vuole intervenire e rilevare la prossimità del segnale.

wpid-mntsdcardscreenshotultimate2014_02_20_22.16.49.png.png

In finne abbiamo il grafico valutazione canale che mostra una comparazione tra i vari canli ed attribuisce un valore espresso in decimi al canale che si ritiene migliore in base alla condizioni attuali, cioè alle emissioni dei router dei vicini.

 Consiglio vivamente questa app a tutti coloro che devono installare un router wireless e vogliono testarne la ricezione in ogni camera della casa per settare il router nella modalità migliore.

Spero di esservi stato utile.

Sono un appassionato di tecnologia da più di 15 anni mi occupo professionalmente d’informatica(sistemista, formatore tecnico, quality assurance cordinator, web designer); la mia passione per internet nacque nel lontano 1998, quando mi avvicinai al mondo del web navigando con un modem da 33 kB/s, nel 2001 realizzai il mio primo sito web, da allora ho continuato ad ampliare le mie conoscenze in campo informatico.
Le informazioni professionali più dettagliate puoi trovarle su LinkedIn.

Londra itinerario 5 giorni

big-ben

ITINERARIO LONDRA IN 5  GIORNI

Volendo visitare Londra ed ero alla ricerca di un itinerario di 5 giorni (in cui è presente un sabato e domenica) che permettesse di ottimizzare i tempi e permettere di vedere più cose possibili non trovandone uno che mi soddisfava ho deciso di riassumere dalla mia esperienza considerando l’arrivo in città in mattinata di venerdì e partenza lunedì pomeriggio.

Logistica

L’itinerario è strutturato per chi alloggerà in città e per chi alloggerà in uno dei paesini intorno Londra, considerando che arriverete in hotel o stanza in tarda mattinata ho strutturato il programma in moduli intercambiabili divisi in mattina e pomeriggio, alcuni itinerari possono essere percorsi indipendentemente il mattino o il pomeriggio altri è indispensabile percorerli al mattino.

Consigli per i trasporti

Appena arrivati consiglio di recarsi in una fermata metro ed acquistare la vostra Oyster card indispensabile per spostarvi in libertà per tutta la città, valutate voi se fare un abonamento (pay as you go) o ricaricarla di un tot ed utilizzarla al bisogno per singoli ticket, sappiate che i singoli biglietti costano più di un abonamento giornaliero e che il pagamento in contanti e penazizzato con un costo maggiore.
per ogni informazioni sui trasporti vi rimando al sito istituzionale dei trasrasporti londinesi.

Primo giorno – Mattina

Presumo che arriverete in hotel in tarda mattinata giusto il tempo di frinfescarsi e mettersi comodi per girare la città. Per questa prima parte consiglio di prendere confidenza coi i dintorni dell’ hotel magari acquistare i tickets o fare l’abonamento  dei trasporti e scoprire i vari markets dove potrete trovare offerte sui sandwiches e bevande in bundle per fare un pranzo leggero ed economico.

Primo giorno – Pomeriggio

Picadilly Circus

Come prima cosa direi di fare un giro in centro e guardare la frenetica zona di Piccadilly circus e passeggiare per le vie limitrofe, paradiso dello shopping londinese dopo un primo assaggio potete optare se rimanere a cenare in zona o ritirarsi in hotel per prepararsi per la cena nella zona della vostra accomodation.

Secondo giorno Sabato – MattinaNotting hill

Ill mercato di Portobello Road in zona Nothing Hill, è consigliata il sabato mattina quando gli espositori allestiscono i propri banchetti, andare in altro giorno equivale a vedere solo una decina di negozietti d’antiquariato ed abbigliamento vintage permanenti ed a mio parere è una perdita di tempo.

Secondo giorno – Pomeriggio

Secondo giorno – MattinaBritish Museum

La mattina consiglio la visita al British Museum, la durata della visita dipende dal vostro interesse per le varie esposizioni. Per il contenuto del museo vi anticipo che ci sono moltissime esposizioni permanenti gratuite ed altre temporanee a pagamento. Per info dettagliate sulle attuali esposizioni vi consiglio di consultare il sito del museo.

 

Terzo giorno – (mattina)Buckingam Palace

Non potete visitare Londra senza ammirare Buckingham Palace ed assistere al cambio della guardia che inizia approssimativamente alle ore 11.15.

Per non perdere tempo prezioso vi consiglio due cose, il primo suggerimento è accertarsi se il cambio della guardia avverrà in un giorno a voi congeniale perché il cambio avviene giornalmente da aprile a luglio ed a giorni alterni nei restanti mesi per le esatte modalità consultate il sito.  Il secondo consiglio è di arrivare con largo anticipo, in modo da posizionarvi in modo da vedere l’arrivo dall’esterno del palazzo della guardia a cavallo che da il cambio a quella che al momento sorveglia il palazzo, non sottovalutate l’affluenza dei turisti presenti rischiate di arrivare è non vedere nulla.

Hyde_ParkFinito l’avvicendamento delle guardie potete rilassarvi nell’Hide park magari facendo uno spuntino prima d’affrontare le fatiche di una lunga passeggiata.

 

 

 

 

Terzo giorno – Pomeriggio

Altro itinerario suggestivo che inizia nei pressi del palazzo di Westminster, dove è possibile ammirare oltre il big beng, London Eye la ruota panoramica e percorrere il Tamigi in barca arrivando fino a Greenwich facendo una piccola crociera.
Per questo itinerario consiglio di arrivare in zona con l’ausilio della metro o Bus dipende da dove vi trovare e scendere alla fermata metro Westmister.
National Maritime MuseumSe decideste di fare un giro sulla London Eye, vi suggerisco vivamente di tenere in considerazione le code, anche in caso di acquisto di biglietto on line o l’acquisto di city pass, come è semplice immaginare se molti hanno passes e biglietto salta coda… Vi ritroverete tutti in coda.
Se scegliete di fare la crociera sul Tamigi vi consiglio di acquistare il biglietto di sola andata, perché 1 ora è sufficiente per ammirare il paesaggio 2 ore sarebbe ridondante, arrivati a Greenwich potete scegliere se ammirare il Royal Museums Greenwich che contiene a sua volta, il National Maritime Museum, la Queen’s House, il Cutty Sark e l’Osservatorio reale di Greenwich o prendere il treno per recarsi presso la prossima meta o ritorno in camera.
L’ingresso al National Maritime Museum, alla Queen’s House e al Centro di Astronomia dell’Osservatorio reale è Gratuito.

 

HarrodsQuarto giorno

Tappa obbligata per gli amanti dello shopping, o semplicemente per i curiosi come me è Harrods, il grande magazzino che ha come motto:”Dallo spillo all’elefante. Qui diviso per piani troverete una vasta gamma d’abbigliamento d’alta moda diviso per stili chic, casual, sportivo per uomo per donna; un ampio reparto giocattoli con le ultime novità di ogni tipo ed una parte dalla sezione con numerose auto elettriche in scala per bambini dal costo tra i 6999 e 14.000 £.
PrimarkSe desiderate acquistare articoli d’abbigliamento a prezzi convenienti non potete tralasciare Primark, dotato di vastissima gamma di capi sia per uomo che per donna, accessori, valigie, articoli per la casa, i due principali punti vendita sono in oxford street, io prediligo il più grande vicino la fermata metropolitana Hide park presenti altri punti vendita in alcuni shopping Centers(Westfield).

 

Quinto giorno – Mattina
Westfield

Dal momento che la vacanza volge al termine è arrivato il momento del check out in hotel.

Lasciata la camera potete recarvi in visita al centro commerciale Westfield, il centro commerciale più grande d’Europa si trova a Stratford comodamente raggiungibile da più line di metropolitane e bus.

Consiglio il centro commerciale perché è possibile fare le ultime compere, pranzare in una diversi locali, ricaricare cellulari nei numerosi boxes sicuri e gratuiti ed anche perché i pullman per l’aeroporto di Stansted partono fronte centro commerciale.

Spero che questa guida sia utile e vi permetta di apprezzare al meglio la città.

Sono un appassionato di tecnologia da più di 15 anni mi occupo professionalmente d’informatica(sistemista, formatore tecnico, quality assurance cordinator, web designer); la mia passione per internet nacque nel lontano 1998, quando mi avvicinai al mondo del web navigando con un modem da 33 kB/s, nel 2001 realizzai il mio primo sito web, da allora ho continuato ad ampliare le mie conoscenze in campo informatico.
Le informazioni professionali più dettagliate puoi trovarle su LinkedIn.

Free IP scanner – come trovare indirizzo IP

Ultimamente ho avuto bisogno di fare una scansione di rete per trovare un dispositivo di rete di cui con conoscevo l’indirizzo IP.
Avrei potuto accedere all’interfaccia web del router per recuperarlo ma cercavo un’alternativa più semplice adatta per esempio a chi non ricordava la password del router.
S’è rilevato molto utile l’uso di “Free IP scanner” della “Eusing software”.
Il software è freeware ed ha un’interfaccia semplice ed immediata leggero e non invasivo.

Free IP Scanner

Continua a leggere Free IP scanner – come trovare indirizzo IP

Sono un appassionato di tecnologia da più di 15 anni mi occupo professionalmente d’informatica(sistemista, formatore tecnico, quality assurance cordinator, web designer); la mia passione per internet nacque nel lontano 1998, quando mi avvicinai al mondo del web navigando con un modem da 33 kB/s, nel 2001 realizzai il mio primo sito web, da allora ho continuato ad ampliare le mie conoscenze in campo informatico.
Le informazioni professionali più dettagliate puoi trovarle su LinkedIn.

App Huawei per smartphone Apple ed Android

  1. L’Huawei ha realizzato un utilissima app che permette di gestire le varie funzionalità del prodotto e visualizzare utili informazioni, disponibile per piattaforma Android e sullo store Apple, vediamo nel dettaglio cosa permette l’app:

1.Permette di visualizzare l’utilizzo dei dati in tempo reale;
2.Permette di visualizzare il numero degli utenti;
3.Permette di visualizzare lo stato della batteria;
4.Leggere gli SMS ricevuti;
5.Visualizzare il contenuto della SD del modem 3G;
6.Effettuare il backup dei dati su DS ed in seguito ripristinarli;

Le apps consentono di gestire i seguenti modems:
E5220;
E5221;
E5251;
E5151;
E5756;
E5776;
E5375;
E5372;
EC5321;
HWD14;

Vediamo insieme le caratteristiche dell’applicazione, iniziamo dalla prima immagine, o screenshot è tratto dalla versione per dispositivi Android installata su un tablet.
L’app ha due sezioni la superiore mostra l’intenstà del segnale ed il numero degli utenti attualmente connessi e tre icone da sinistra verso destra, l’icona raffigurante il tasto OFF, l’icona riguardante il traffico dati ed infine l’opzione di risparmio energetico.

Huawei App

 

L’opzione di spegnimento dell’apparato wifi attraverso l’App, è molto utile, evita per esempio di doversi alzare e spegnerlo per esempio se siamo comodamente a letto.

Continua a leggere App Huawei per smartphone Apple ed Android

Sono un appassionato di tecnologia da più di 15 anni mi occupo professionalmente d’informatica(sistemista, formatore tecnico, quality assurance cordinator, web designer); la mia passione per internet nacque nel lontano 1998, quando mi avvicinai al mondo del web navigando con un modem da 33 kB/s, nel 2001 realizzai il mio primo sito web, da allora ho continuato ad ampliare le mie conoscenze in campo informatico.
Le informazioni professionali più dettagliate puoi trovarle su LinkedIn.